Trasformare i concetti in immagini. Intervista a Roberta Garofalo

Incontriamo Roberta Garofalo una giovane graphic designer che grazie al master svolto in Fase 1 ha coronato il sogno di tramutare la propria passione in realtà.

  • Cosa hai appreso durante il master che la formazione universitaria non è riuscita a darti?

Ciò che mi ha dato il master in Graphic Design che ho frequentato presso l’Istituto Europeo di Design (IED) è sicuramente un approccio più pratico e meno teorico, che può sembrare una banalità, ma in realtà è ciò che davvero serve all’interno di un contesto lavorativo. Io e i miei colleghi abbiamo vissuto in un microcosmo in cui sapevamo che solo l’impegno comune ci avrebbe fatto raggiungere il nostro scopo; vivevamo quell’ambiente per coglierne ogni singolo spunto, arrivando sempre un po’ prima e andando via sempre un po’ dopo, per cercare di svolgere al meglio i progetti che ci erano richiesti in aula.

  • Qual è la carta vincente del master di Graphic Design svolto all’Istituto Europeo di Design? 

Il punto forte dello IED è che tende sempre a coinvolgere le aziende durante tutto il percorso universitario, attraverso incontri, progetti e lecture. Anche quando l’incontro non era totalmente esplicito con un’azienda in particolare, eri cosciente che in aula gli insegnanti rappresentavano dei potenziali datori di lavoro.

  • In quest’occasione hai conosciuto lo studio StudioProdesign per cui lavori? 

Ho conosciuto lo StudioProdesign grazie all’HR dello IED con la quale ho fatto degli incontri per capire il tipo di profilo che avevo, le esperienze pregresse e come raccontare tutto questo al meglio.

Non appena laureata ho fatto subito il colloquio con lo StudioProdesign e sono stata scelta. Da Giugno 2018 collaboro con loro come graphic designer per il programma Striscia la Notizia (Mediaset), lavoro che adoro e che ogni giorno mette alla prova me e le mie capacità.
Il master è stato fondamentale per poter arrivare al punto in cui mi trovo; ha gettato le basi su cui costruire le mie competenze e messo in contatto diretto con il mondo del lavoro.


  • Consigli a una persona che guarda alla carriera di graphic designer.

Un consiglio concreto è sicuramente quello di esplorare il mondo della grafica a 360°; la grafica in movimento e il 3D ad esempio sono skills sempre più richieste. Tuttora io sto imparando tantissimo e mi entusiasmo ogni volta che scopro un nuovo segreto su un software Adobe.
Per il resto credo che il vero segreto sia quello di osservare, osservare e ancora osservare. Capire cosa fanno gli altri e provare a far sempre meglio. Consiglio di guardare il mondo sotto un’ottica diversa, critica su ogni aspetto. Non passa giorno che non guardi un cartellone pubblicitario cercando di capire come è stato fatto; ecco, il segreto credo sia proprio questo: capire che se qualcuno è riuscito a fare qualcosa che ti piace, puoi riuscirci anche tu,e forse fare anche di meglio.

  • Come descriveresti l’esperienza di “Torno Subito”?

Quando ho deciso di voler provare a far grafica avevo già i miei 26 anni e una laurea triennale ed una specialistica alle spalle che con la grafica c’entravano, ma neanche poi così tanto.
La triennale in comunicazione che ho svolto a Catania, mia città natale, mi ha dato le nozioni sia teoriche che pratiche per una conoscenza approfondita della comunicazione crossmediale online e offline.
La specialistica in Organizzazione e marketing per la comunicazione d’impresa ha acceso in me la voglia di vincere e competere, di analizzare e sviscerare i dati, di essere convincente e creare valore attorno ad un brand per poterne sfruttare le potenzialità al massimo.

Il mio, più che un semplice percorso credo sia stato un sentimento, che da sempre è stato assecondato con passione e con non pochi sacrifici. È per questo che dopo il master allo IED di Milano non ho sfruttato la Fase 2 del mio progetto proprio perché ho ricevuto una proposta di lavoro concreta dallo StudioProdesign che ha riposto fiducia in me. Grazie a tutte queste esperienze Milano mi ha accolta, e non posso far altro che ringraziare “Torno Subito” che mi ha dato questa magnifica opportunità senza la quale adesso non sarei assolutamente la stessa.

Immagine www.freepik.com